Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 30 marzo 2017 (752) Qual Buon Vento, navigante! » Entra
 Pagina inziale » Artisti e gruppi musicali » Guido Mazzon
Guido Mazzon
Guido Mazzon Presentazione
Formazione e contatti
 
Presentazione

Guido Mazzon (Milano,1946), trombettista e compositore, intraprende giovanissimo gli studi sotto la guida di Alvaro Persenico, prima tromba dell'Orchestra della Scala di Milano.

Partecipa alle prime esperienze di free-jazz in Italia alla fine degli anni '60, si laurea in Scienze Biologiche ed inizia la sua attività musicale nel '70 alla guida del Gruppo Contemporaneo, storica formazione del Nuovo Jazz Italiano, con la quale tiene concerti in Italia ed Europa.

Come solista e compositore alla guida di proprie formazioni partecipa ad innumerevoli festival internazionali di jazz (Milano, Bologna, Bergamo, Moers 78/79, Verona, Pisa, Colonia, Zurigo, Francoforte, Berlino, Parigi).

Ha collaborato con i maggiori esponenti della musica improvvisata europea e americana (Globe Unity di Alex von Schlippenbach, Misha Mengelberg Tentett, Cecil Taylor Euro-American Group, Radu Malfatti, Peter Kowald, Evan Parker, Paul Lovens, etc.), con Umberto Petrin e Tiziano Tononi (Other Line), Renato Geremia, Andrea Centazzo, Alberto Mandarini, Daniele Cavallanti, Mario Schiano, Giancarlo Schiaffini, Michel Godard.

Si esibisce in "Solo Performance" con attori, poeti, danzatori ed artisti visivi. Dal 1990 fa parte come solista e compositore dell'Italian Instabile Orchestra con la quale propone propri lavori orchestrali (Fall in Jazz, Free as a Bird, Come una zattera sospinta dal vento) in diversi festival jazz europei.

Nel 2000 partecipa al progetto di Piera Principe "La poesia della vita" con la performance "L'eredità ideale", dedicata al cugino Pier Paolo Pasolini.

Tiene seminari e stages sull'improvvisazione e la composizione nell'ambito del jazz contemporaneo. Ha sviluppato la sua attività di compositore ed improvvisatore nella continua ricerca di nuovi materiali sonori privilegiando l'accostamento di moduli linguistici diversi; in alcuni recenti lavori ha rivolto particolare attenzione al rapporto tra suono e ambiente e tra suono e silenzio.

Con la danzatrice e coreografa Piera Principe ha realiz-zato nel 2004 "Apro il Silenzio", concerto-performance che prende spunto dalla "Via crucis" di Franz Liszt.

Dal 2003 è ospite del gruppo rock d'avanguardia "Jerrinez".

Mazzon dichiara:"Compongo musica improvvisata ed improvviso musica composta, perché amo lasciar vivere la musica nel suo spazio ambientale e temporale".

Di lui Roberto Valentino scrive: "In queste parole è racchiuso il senso del percorso artistico di Guido Mazzon che, fra iprotagonisti del nuovo jazz italiano sorto negli anni Settanta, spicca per quel rigore progettuale che lo ha portato ad esprimersi attraverso una musica che nella combinazione fra la libertà immaginativa di un Ornette Coleman o di un Don Cherry e un lirismo melodico tipicamente italiano, sia colto sia popolare, trova la propria ragion d'essere. Dalla sua tromba fuoriescono note distillate con pathos e forte carica emozionale, capaci di farsi introspettive - ma anche graffianti e abrasive - come di illuminarsi di bagliori solari. Il tutto nell'ambito di un linguaggio squisitamente jazzistico, con tanto di riverberi poetici della più autentica tradizione blues e gospel".

Gli ultimi 10 eventi inseriti
» PaviArt
» Miguel Llobet: chitarrista dell'impressionismo
» Barbiere di Siviglia
» In visita all'ex monastero di San Tommaso
» Running a 6 zampe
» Notte al castello con il Ghost Hunters Team
» Disegniamo l’arte
» Arte Corrente. Nuova mostra al MTE
» Apericena Jazz&Blues
» Mercatino Regionale Francese





I più letti
delle ultime due settimane
» Giornate FAI di Primavera
» I poeti laureandi
» Hop Hop Street Food
» Naturalmente Oltrepò
» Natuzza Evolo-Mistero di una vita
» Antonio Ligabue
» Camminata golosa di primavera
» Le Voci di domani
» La Lettera
» In visita alla Joides Resolution...
» A Pavia torna Chocomoments
» Verso gli asteroidi… e oltre
» Haveria carissimo vedervi in questo habito
» Notti Acustiche 2017
» Pavia nelle carte di chi l’ha resa grande
» Una serata con Bach
» Alessandro Robecchi si racconta al Nuovo
» UpsidedownTown
» Mercatino del Riuso - Nuova vita alle cose
» Agata e l’uovo di cioccolato
» Equinozio di primavera nel cielo degli antichi e nella modernità
» Bellezze al cianuro…. Gli Zigenidi del Monte Lesima
» Trt Extra: Polvere e sabbia
» Tra vino e castelli
» Torre in Festa!


Meteo

MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti